Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Letteratura greca frammentaria

Oggetto:

Fragmentary Greek Literature

Oggetto:

Anno accademico 2022/2023

Codice attività didattica
LET0816
Docente
Paola Dolcetti (Titolare del corso)
Corso di studio
laurea triennale in Lettere
Anno
2° anno, 3° anno
Periodo
Primo semestre
Tipologia
Affine o integrativo
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
L-FIL-LET/02 - lingua e letteratura greca
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Orale
Tipologia unità didattica
corso
Prerequisiti
Conoscenza della lingua greca
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento intende presentare agli studenti e alle studentesse un'introduzione critica ai problemi esegetici relativi ai testi della letteratura greca che non sono giunti fino a noi nella loro interezza; verrà acquisita la capacità di orientarsi nella ricostruzione della fisionomia storico-letteraria di autori e/o di testi frammentari.

This course aims to offer to the students a critical introduction to exegetical problems concerning Greek fragmentary texts. The students will gain ability in understanding the methods of the historical and literary reconstruction regarding fragmentary authors and/or texts.

 

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell'insegnamento, studentesse e studenti dovranno dimostrare: 1) capacità di orientarsi su un testo di tipo frammentario; 2) capacità di comprendere e di inquadrare in una prospettiva storico-letteraria i testi presentati a lezione; 3) capacità di collocare nell'appropriato contesto culturale le varianti mitiche relative alle vicende dei Labdacidi.

At the end of the course students must be able to demonstrate: 1) skill in finding out the meaning of a fragmentary text; 2) skill in understanding and placing the texts analysed during the course in their historical and literary perspective; 3) skill in setting the mythical variants relative to the Labdacides within their correct cultural context.

 

Oggetto:

Programma

Μητέρα τ᾽ Οἰδιπόδαο ἴδον, καλὴν Ἐπικάστην «La madre di Edipo vidi, la bella Epicaste» (Od. 11, 271)

Laio, Edipo e le stirpi tebane.

Quando giungono sulla scena ateniese di V secolo i miti tebani possiedono una lunga storia che si dipana in generi, ambienti e contesti culturali diversi: l'insegnamento, dopo un’introduzione critica ai problemi esegetici specifici dei testi frammentari e ai relativi strumenti di analisi e di interpretazione, sarà dedicato alla lettura di testi (poemi del Ciclo tebano, lirici, mitografi, tragedie frammentarie) relativi alla narrazione delle vicende mitiche della città di Tebe. Saranno oggetto di analisi – e di lavoro seminariale – le fonti letterarie che, nel tramandare varianti relative alle vicende dei Labdacidi, rivelano le molteplici relazioni tra narrazione mitica, generi letterari, luoghi e tempi dell’incontro tra cantore, autore e pubblico.

Il programma d’esame comprende quanto svolto a lezione. L'elenco definitivo dei passi tradotti e analizzati durante le lezioni sarà fornito alla fine dell'insegnamento e pubblicato sul sito.

Chi non potesse frequentare è pregato di prendere contatto con la docente; il programma per non frequentanti potrà essere o del tutto simile a quello per frequentanti, con alcune letture critiche che sostituiscano il lavoro svolto in aula sui testi, o anche concordato su altri argomenti in presenza di eventuali interessi specifici.

Μητέρα τ᾽ Οἰδιπόδαο ἴδον, καλὴν Ἐπικάστην «And I saw the mother of Oedipus, fair Epicaste» (Od. 11, 271)

Laius, Oedipus and the Theban bloodlines.

This course aims to offer to the students a critical introduction to the exegetical problems which are specific of fragmentary texts and to supply the tools suitable for analysing and interpreting these texts. In detail, the teacher will read texts (Theban epic Cycle, mytographers, lyric poets, fragmentary tragedies) dealing with the mythical stories of Thebes. Moreover the teacher will analyse the literary sources which hand on the mytical variants relating to the family tree of the Labdacides and to the facts accomplished by them.

The final examen will be about the issues dealt with during the course. The list of the passages translated and analised during the course will be given at the end of the lessons and published on the website. Not attending students are required to contact the lecturer.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Lezioni frontali; lezioni partecipate; una parte dell'insegnamento potrà assumere forma seminariale. La presenza è vivamente consigliata.

Lectures, participative lessons; a part of teaching may be taken in a seminar way. Attendance in the classroom is highly recommended.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Conoscenze e capacità previste saranno verificate mediante un colloquio (almeno due domande sui testi oggetto dell'insegnamento e una domanda su una delle letture critiche presentate durante le lezioni) volto a mettere in luce se e in quale misura lo studente abbia raggiunto i risultati dell'apprendimento attesi.

The expected knowledge and skills will be verified by means of an oral examen (at least two questions about the texts examined in the course and one question about the critical readings presented during the lessons). The aim is to bring out if and how much students reached the expected learning outcomes.

 

Oggetto:

Attività di supporto

-

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

Edizione di riferimento per il Ciclo tebano: Poetarum epicorum Graecorum testimonia et fragmenta, ed. A. Bernabé, Leipzig 1987.

Saggi: C. Brillante, Edipo e le Erinni: dall’«Odissea» all’«Edipo re», QUCC 2014, 108, pp. 11-45; E. Cingano, Tradizioni su Tebe nell'epica e nella lirica greca arcaica, in Presenza e funzione della città di Tebe, a cura di P. Angeli Bernardini, Pisa 2000, pp. 127 – 161; E. Cingano, Riflessi dell’epos tebano in Omero e in Esiodo, «Incontri triestini di filologia classica» 2 (2002-2003), pp. 55-76; G. Guidorizzi, La preistoria di Edipo, in M. Bettini – G. Guidorizzi, Il mito di Edipo, Torino 2004, pp. 56 – 82; L. Pepe, I “Sette contro Tebe” e la spartizione dell’eredità di Edipo, in Diritto e teatro in Grecia e a Roma, a cura di E. Cantarella e L. Gagliardi, Milano 2007, pp. 31 – 67.

Ulteriore bibliografia secondaria - brevi saggi critici a scelta - sarà illustrata a lezione (e, per quanto possibile, caricata nel Materiale didattico).

Poetarum epicorum Graecorum testimonia et fragmenta, ed. A. Bernabé, Leipzig 1987.

C. Brillante, Edipo e le Erinni: dall’«Odissea» all’«Edipo re», QUCC 2014, 108, pp. 11-45; E. Cingano, Tradizioni su Tebe nell'epica e nella lirica greca arcaica, in Presenza e funzione della città di Tebe, a cura di P. Angeli Bernardini, Pisa 2000, pp. 127 – 161; E. Cingano, Riflessi dell’epos tebano in Omero e in Esiodo, «Incontri triestini di filologia classica» 2 (2002-2003), pp. 55-76; G. Guidorizzi, La preistoria di Edipo, in M. Bettini – G. Guidorizzi, Il mito di Edipo, Torino 2004, pp. 56 – 82; L. Pepe, I “Sette contro Tebe” e la spartizione dell’eredità di Edipo, in Diritto e teatro in Grecia e a Roma, a cura di E. Cantarella e L. Gagliardi, Milano 2007, pp. 31 – 67.

Other texts and bibliography will be decided during the course.

 



Oggetto:

Note

Studenti e studentesse sono pregati/e di effettuare la registrazione all'insegnamento.

Per il mese di maggio 2023 è previsto un Viaggio di studio in Grecia, indipendente dal corso e aperto a tutti gli studenti e a tutte le studentesse; il programma sarà precisato nel corso del mese di ottobre.

Students are recommended to sign up for the course.

A study trip to Greece (independent of the course and open to all students) is planned for May 2023; the program will be specified during the month of October.

 

Oggetto:

Insegnamenti che mutuano questo insegnamento

Registrazione
  • Aperta
    Apertura registrazione
    01/09/2022 alle ore 00:00
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 07/07/2022 00:35

    Location: https://cdslettere.campusnet.unito.it/robots.html
    Non cliccare qui!