Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Istituzioni di filologia italiana

Oggetto:

Institutions of italian philology

Oggetto:

Anno accademico 2017/2018

Codice dell'attività didattica
STU0272
Docente
Donato Pirovano (Titolare del corso)
Corso di studi
laurea triennale in Lettere
Anno
1° anno 2° anno 3° anno
Periodo didattico
Primo semestre
Tipologia
Affine o integrativo
Crediti/Valenza
6 cfu (STU0095)
SSD dell'attività didattica
L-FIL-LET/13 - filologia della letteratura italiana
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Propedeutico a
Filologia e critica dantesca
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento è dedicato a testi della letteratura italiana di cui saranno presentate le caratteristiche della tradizione (manoscritta e a stampa), le tecniche di produzione, la trasmissione e la costituzione ecdotica. L'insegnamento infatti si propone di fornire agli studenti le nozioni fondamentali del lavoro del filologo e in particolare gli strumenti per approntare un'edizione qualificata come critica. Si prenderanno in considerazione i problemi riguardanti l'edizione di testi la cui trasmissione è affidata totalmente, o prevalentemente, al lavoro dei copisti; e i problemi di testi la cui trasmissione è legata principalmente al lavoro tipografico. Saranno riservate lezioni anche alla Filologia d'autore.

Teaching is devoted to texts of Italian literature whose characteristics will be presented in the tradition (manuscript and printing), production techniques, transmission and constitution of ecdotics. In fact, teaching aims to provide the students with the basic notions of the philologist's work and in particular the tools to prepare a qualified edition as a critic. Issues concerning the edition of texts whose broadcast is entrusted totally, or predominantly, to the work of copyists will be considered; and the problems of texts whose transmission is mainly related to typographical work. Lessons will also be reserved for the Philology of the Author.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell'insegnamento lo studente dovrà dimostrare:

1) conoscenza della tradizione, della storia editoriale e dei principali problemi filologici di testi fondamentali della letteratura italiana;

2) capacità di leggere alcuni testi manoscritti (in grafia cancelleresca, littera textualis, mercantesca, umanistica, corsiva), incunaboli e cinquecentine;

3) conoscenza del metodo filologico moderno (metodo stemmatico);

4) capacità di applicare la metodologia appresa ad altri testi, analoghi a quelli esaminati a lezione;

5) capacità di leggere un'edizione critica.

At the end of the course the student must demonstrate:

1) Knowledge of tradition, editorial history and the main philological problems of fundamental texts of Italian literature;

2) the ability to read some manuscript texts (in littera textualis, merchant, humanist, italics), incunabula and cinquecentines.

3) knowledge of the modern philological method (stelmaico method);

4) ability to apply the learned methodology to other texts, similar to those studied in lesson;

5) ability to read a critical edition.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Lezioni della durata di 36 ore complessive, corrispondenti a 6 cfu. Didattica frontale. In alcune lezioni ci saranno esercitazioni (non valutate ai fini del voto finale dell'esame).

Lectures lasting 36 hours total, corresponding to 6 cfu. Frontal Didactics. In some lessons there will be exercises (not evaluated for the final exam evaluation).

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Nel colloquio d'esame lo studente dovrà dimostrare di conoscere gli argomenti trattati a lezione o studiati nei libri indicati nella bibliografia specifica, riguardanti gli aspetti e i metodi della filologia, in particolare la trasmissione dei testi della letteratura italiana e i metodi moderni di edizione critica. Il colloquio sarà articolato in più domande: almeno due sui libri studiati in bibliografia, almeno due sugli appunti (o programma sostitutivo per i non frequentanti) almeno una su esempi concreti di edizione critica.

La preparazione sarà considerata adeguata (con votazione espressa in trentesimi) se lo studente dimostrerà le seguenti capacità:

- esposizione accurata e approfondita dei contenuti appresi, con padronanza lessicale e tecnica;

- rielaborazione articolata dei contenuti dell'insegnamento;

- eventuale applicazione autonoma ad altri testi delle conoscenze e della metodologia acquisite.

In the exam interview, the student must demonstrate knowledge of the topics taught in the lesson or studied in the books listed in the specific bibliography concerning the aspects and methods of philology, in particular the transmission of the texts of Italian literature and modern methods of critical edition.

The interview will be divided into several questions:

at least two of the books studied in the bibliography,

at least two on the clipboard (or substitute program for non-attendants)

at least one on concrete examples of critical edition. 

Preparation will be considered adequate if the student demonstrates the following abilities: 

- Accurate and thorough exposure of the content learned, with vocabulary and technical mastery; 

- articulated re-elaboration of the content of the teaching; 

- autonomous application to other texts of knowledge and methodology acquired.

Oggetto:

Attività di supporto

Visita didattica presso la Biblioteca Reale di Torino: visione diretta di codici e stampe antiche (cenni di paleografia, codicologia, filologia dei testi a stampa).

 Uso costante del videoproiettore collegato al pc del docente. Tutte le lezioni e i materiali di supporto saranno proiettati cosicché lo studente possa seguire meglio le spiegazioni.

Oggetto:

Programma

Introduzione allo studio della filologia italiana.

1)     Che cos'è la filologia?

2)     Il manoscritto: cenni di paleografia e di codicologia

3)     La trasmissione dei testi manoscritti

4)     La nascita e la diffusione della stampa

5)     Vari tipi di edizione

6)     Il metodo stemmatico (come si fa un'edizione critica)

7)     L'edizione critica di un autografo e l'edizione di un'opera trasmessa da un solo testimone manoscritto

8)     L'edizione critica di opera trasmessa da più di un testimone manoscritto

9)     Il corredo dell'edizione critica

10)  Casi particolari di edizione di testi dalla tradizione manoscritta complessa: la Divina Commedia.

11) Cenni di filologia d'autore. Giacomo Leopardi: L'infinito.

Introduction to the study of Italian philology. 

1) What is philology? 

2) The manuscript: notes of paleography and codicology 

3) The transmission of manuscript texts 

4) The genesis of the press 

5) Various types of edition 

6) Lachmanns Method (How to Make a Critical Edition) 

7) The critical edition of an autograph and the edition of a work transmitted by a single manuscript

8) The critical edition of work transmitted by more than one manuscript

9) The kit of the critical edition 

10) Special cases of texts edition from the complex manuscript tradition: the Divine Comedy

11) Giacomo Leopardi: L'Infinito.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

F = frequentanti

NF = non frequentanti

M. Zaccarello, L'edizione critica del testo letterario. Primo corso di filologia italiana, Milano, Le Monnier Università - Mondadori Education, 2017. (F e NF)

A. D'Agostino, Il metodo degli errori (scaricabile dalla pagina docente) (F e NF)

M. Berté - M. Petoletti, La filologia medievale e umanistica, Bologna, Il Mulino, 2017. (NF)

Fondamenti di critica testuale, a cura di A. Stussi, Bologna, Il Mulino, 2006. (NF)

F = attending students

NF = non attendig students

M. Zaccarello, L'edizione critica del testo letterario. Primo corso di filologia italiana, Milano, Le Monnier Università - Mondadori Education, 2017. (F e NF)

A. D'Agostino, Il metodo degli errori (scaricabile dalla pagina docente) (F e NF)

M. Berté - M. Petoletti, La filologia medievale e umanistica, Bologna, Il Mulino, 2017. (NF)

Fondamenti di critica testuale, a cura di A. Stussi, Bologna, Il Mulino, 2006. (NF)

Oggetto:

Orario lezioni

GiorniOreAula
Lunedì14:00 - 16:00Aula 15 Palazzo Nuovo - Piano primo
Martedì14:00 - 16:00Aula 15 Palazzo Nuovo - Piano primo
Mercoledì14:00 - 16:00Aula 15 Palazzo Nuovo - Piano primo

Lezioni: dal 18/09/2017 al 31/10/2017

Oggetto:

Note

L'insegnamento di Istituzioni di Filologia italiana è rivolto anche agli studenti che hanno inserito nel loro piano carriera l'insegnamento di Filologia italiana A o B (modulo 1).

L'insegnamento Istituzioni di Filologia italiana ha carattere istituzionale e propedeutico. Non si può sostenere l'esame di Filologia e critica dantesca senza avere prima sostenuto l'esame di Istituzioni di Filologia italiana.

La frequenza è fortemente consigliata e costituisce un requisito essenziale per un buon apprendimento. Gli studenti che non frequentano le lezioni sono invitati a prendere contatto con il docente per eventuali consigli sulla preparazione.

The Teaching of Italian Instruments of Italian Philology is also aimed at students who have included in their career plan the teaching of Italian Philology A or B (module 1). 

Teaching Institutions of Italian Philology has an institutional and propedeutic character.

Students can not support the examination of Philogy and Dante's criticism without having previously supported the examination of Institutes of Italian Philology. 

Frequency is strongly recommended and is a key requirement for good learning.

Students who do not attend the lessons are invited to contact the teacher for advice on the preparation.

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 25/09/2017 09:01
Location: https://cdslettere.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!